Trova il tuo corso ideale

news

SCUOLA

05/11/2019

IAL Saronno, c'è del nuovo nella proposta formativa 2020/2021

Nelle sedi IAL Lombardia di Saronno e Legnano il prossimo fine settimana sarà sicuramente di una certa animazione. A Saronno è in programma il primo di tre Open day (QUI tutte le date) per ragazze e ragazzi di terza media che devono cominciare a pensare alle iscrizioni per l’anno scolastico 2020/2021; a Legnano, invece, con Open lab si passerà dalla teoria alla pratica.SARONNO (VA)Accanto ai percorsi che da sempre sono alla base della proposta formativa di IAL Saronno - Ristorazione (preparazione degli alimenti e allestimento piatti - allestimento sala - somministrazione piatti e bevande); Produzione alimentare (pasticceria - pasta e prodotti da forno); Riparazione veicoli a motore (meccanica ed elettromeccanica); Benessere (acconciatura) - il prossimo anno l’offerta si amplia ancora con la novità del corso di estetista. Open day significa poter visitare liberamente la sede, parlare con i responsabili, incontrare i docenti e fare tutte le domande che si vuole per capire cosa offre IAL per mettere in collegamento scuola e mondo del lavoro.LEGNANO (MI)A Legnano, che ha avviato gli Open Day alla fine di ottobre, sabato 9 novembre è in programma il primo Open Lab, un’ora di pratica, guidata dai docenti, in cui i ragazzi possono provare a fare qualcosa nel settore che meglio risponde al sogno di ciascuno.Attenzione: è necessario iscriversi telefonando al numero 0331 428011.LE ALTRE SEDI IALOltre a Saronno e Legnano, le altre sedi di IAL Lombardia in cui ci sono percorsi formativi per il dopo terza media sono Brescia, Como, Cremona, Gravedona e ViadanaPer ogni informazione e aggiornamento, l'elenco delle sedi IAL con indirizzi, mappe e numeri di telefono è disponibile nel menù della home page cliccando alla voce chi siamo.Photo by Juan Mendez from Pexels

SCUOLA

23/09/2019

Nave Italia riprende il largo. A bordo 17 giovani di IAL Cremona e IAL Viadana

Questa sera l’imbarco, domani la partenza. Si preparano a mollare gli ormeggi - e non è un modo di dire - i 17 gli allievi delle sedi di Cremona e Viadana di IAL Lombardia che per i prossimi giorni navigheranno da Salerno a Gaeta a bordo del veliero di Fondazione Nave Italia. Li attende un’avventura in cui cultura del mare e della navigazione diventeranno strumenti di educazione, formazione, abilitazione, riabilitazione, inclusione sociale e terapia.Nel suo genere la più grande e la più bellaE’ un brigantino davvero speciale quello di Nave Italia, non solo perché nel suo genere è la barca a vela più grande del mondo (gli appassionati dicono sia anche la più bella!), ma perché di settimana in settimana ospita gruppi di giovani provenenti da scuole, associazioni, enti, aziende che promuovono azioni sociali inclusive.Il progetto che porta a bordo gli alunni di IAL Cremona e IAL Viadana è stato presentato come sviluppo del percorso di alternanza scuola-lavoro, ed è finalizzato al consolidamento delle conoscenze acquisite dai suoi allievi, a fare in modo che possano testare le proprie attitudini e arricchire il loro percorso formativo. Tutor in formazioneAd accogliere il gruppo lombardo (composto da 5 allievi del corso di meccanica, 3 elettricisti, 4 del corso di ristorazione, 2 del corso di grafica e 3 amministrativi, accompagnati da 5 docenti) c’è un equipaggio di 22 marinai che a fine giugno, in pausa di navigazione nel porto di Olbia, è stato coinvolto dai docenti dello IAL in una giornata di formazione (foto in alto e nella galleria) per la messa a punto degli strumenti educativi che serviranno nella vita di bordo.Per l’equipaggio di Nave Italia è stata questa un’esperienza del tutto nuova, ma estremamente positiva - hanno detto al termine del confronto con i formatori - utile non solo nell’immediato ma anche per la “cassetta degli attrezzi” di chi è per così tanto tempo a contatto con i giovani, il loro vissuto - talvolta non semplice - le insicurezze dell’età e le loro attese.

SCUOLA

14/09/2019

Una pasticcera fuoriclasse per il via del nuovo anno formativo

Nel mondo della pasticceria è una fuoriclasse! Tra zucchero, farine e cioccolato Sonia Balacchi ha conquistato nel 2012, quando aveva solo 29 anni, il “The Pastry Queen”. E’ stata la prima donna a diventare campionessa del mondo di pasticceria e sabato 21 settembre sarà a Saronno e a Legnano a raccontare la sua storia e il suo modo di pensare la pasticceria agli allievi di IAL Lombardia.NULLA È IRRAGGIUNGIBILE!“Ho sempre lavorato pensando di poter dare un esempio positivo ai ragazzi e ragazze che si affacciano a questo mondo della pasticceria - ha dichiarato in una intervista ad quotidiano on line di Rimini, la sua città natale - ed è per questo che mi rendo disponibile a parlare della mia esperienza cercando di trasmettergli quella passione che a me sta dando tante soddisfazioni. Nulla è irraggiungibile se ci si dedica anima e corpo, dando il meglio di se stessi con serietà, determinazione, rispetto e vera umiltà”.Il primo appuntamento della giornata sarà a Legnano, a partire dalle 9; mentre alle 11 si replicherà a Saronno: anche i genitori degli allievi delle due sedi di IAL Lombardia sono invitati!TALENTO E ISPIRAZIONE“È un momento importante che simbolicamente mettiamo ad inaugurazione del nuovo anno scolastico - scrive in una nota la direzione della scuola - offrendo ai nostri giovani studenti la possibilità dei confrontarsi con una professionista di grande talento da cui trarre ispirazione e stimoli per il loro percorso formativo”.Nel 2015 Sonia Balacchi è stata chiamata a rappresentare l’Italia al Palazzo dell' ONU a New York in occasione dell’ItalianFoodFestival; collabora stabilmente con diverse aziende per consulenze e realizzazione di eventi.

SCUOLA

06/03/2019

Alle prese con l'adolescenza? Non c'è cura ma si può sopravvivere

 “L’età dello tsunami” è il titolo di un libro dedicato soprattutto ai genitori che devono confrontarsi con l'adolescenza dei loro figli. Il titolo del libro è stato scelto anche per un incontro pubblico con l'autore, Alberto Pellai, medico, scrittore e psicoterapeuta dell’età evolutiva, in programma venerdì 15 marzo alle ore 20.45 a Legnano. L’iniziativa è promossa da RELE', Rete Legnanese per l’educazione; IAL Lombardia è uno dei nodi di questa rete, coordinata dal Comune di Legnano e composta da scuole ed enti no profit che lavorano insieme per prevenire la dispersione scolastica e intervenire sulle cause del disagio giovanile.Risultati in reteNel primo biennio di attività “Relè” ha raggiunto significativi risultati, come il coinvolgimento di nuovi soggetti (oltre a IAL Lombardia ne fanno parte ISIS Bernocchi, Fondazione Clerici, Ciofs, Cooperativa Albatros, Associazione Spazio Ars, Associazione “Il Cantiere”), la sperimentazione di interventi innovativi per l’orientamento, l’attivazione di specifiche consulenze a supporto di genitori, insegnanti, operatori e volontari, la realizzazione di azioni di recupero e rimotivazione di ragazzi a forte rischio di dispersione scolastica, la promozione del volontariato nei doposcuola.Meglio prenotareAlberto Pellai ha già fatto il tutto esaurito in un appuntamento proposto sempre a Legnano due anni fa, per cui gli organizzatori dell’appuntamento di venerdì 15 consigliano a chi è interessato di prenotarsi inviando una mail a progetti.progredire@gmail.comL’incontro avrà luogo nel Teatro dell’Istituto Barbara Melzi in via Melzi 4, Legnano (Mi).

SCUOLA

07/01/2019

Fino al 31 gennaio le iscrizioni on line all'anno scolastico 2019/2020

Venticinque giorni di tempo per le iscrizioni all'anno scolastico 2019/2020, da oggi fino al 31 gennaio. Un periodo più breve rispetto al passato con tanti giovani che hanno già deciso ma anche molti ancora senza un’idea ben chiara, come documenta una ricerca condotta da skuola.net e Radio24. Ma andiamo con ordine.ISCRIZIONI ON LINE: NELLE SEDI IAL AIUTO E ASSISTENZAIn Lombardia anche l’iscrizione ai corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale si fa on line collegandosi al sito www.iscrizioni.istruzione.itLa procedura è semplice, ma se le famiglie dei giovani che hanno scelto un corso IAL Lombardia in una delle sedi del DDIF (diritto-dovere all’istruzione e alla formazione) – Cremona, Como, Gravedona, Saronno, Legnano e Viadana – hanno dubbi o difficoltà possono avere dallo sede IAL tutta l’assistenza di cui hanno bisogno.COMO, GRAVEDONA, SARONNO, VIADANA: ULTIMI OPEN DAY E OPEN LABIn tutte le sedi IAL Lomabardia che propongono corsi di istruzione e formazione per il prosieguo degli studi dopo la terza media, sono stati fatti numerosi Open Day e diversi Open Lab: i primi per illustrare la proposta formativa, i secondi per far fare ai giovani interessati un’esperienza concreta, pratica.Ne sono in programma altri nei prossimi giorni: giovedì 10 IAL Como propone un Open Lab Cucina - percorsi personalizzati - (con repliche il 15 e il 21); venerdì 11 Open Day a Viadana (MN); sabato 12 Open Day a Gravedona, Saronno e ancora Viadana; martedì 15 Open Lab a Saronno (su prenotazione); giovedì 17 Open Day a Cremona.DECISI E INDECISIQuasi la metà dei ragazzi che con il prossimo anno scolastico passeranno dalle medie alle superiori (il 44%) non ha ancora le idee chiare su quale percorso intraprendere. Skuola.net e Radio24 derivano questo dato da una ricerca condotta 4mila studenti di terza media. Una scelta che, però, è considerata dagli stessi ragazzi davvero importante: per l’89% le scuole superiori sono un passaggio chiave per il lavoro che si andrà a fare da grandi. Ad oggi l’87% dei giovani interessati ha partecipato a incontri di orientamento (nel 2017 erano stati l’80%), ma solo solo per 1 su 3 è stato utile ai fini della scelta. Gli Open Day sono un’ottima alternativa: il 46% degli intervistati ne ha visitato più di uno, il 24% - quelli con le idee più chiare – si è fermato al primo.Ma, alla fine, quali saranno le strade più percorse dai ragazzi di terza? Il 13% è orientato ad un istituto o a un corso di formazione professionale, soprattutto al Nord dove la scelta del dopo terza media è più rivolta al mondo del lavoro.