SCUOLA

VIADANA

Che se ci metti un po’ di zucchero con la zucca...

IAL Viadana in concorso per “ColtivaCorti a scuola”

ColtivaCortiDiretti è un Festival del cinema rurale contadino che ha eletto come propria sede il Comprensorio Oglio-Po, nei territori del Viadanese in provincia di Mantova e del Casalasco in provincia di Cremona. Giunge quest’anno alla sua terza edizione con una importante novità: l’apertura al mondo dei giovani con il concorso “ColtivaCorti a scuola”. Lanciato da Alveare Cinema e Compagnia Genitori Instabili, sostenuti dal ministero dell’Istruzione e da quello dei Beni culturali, il concorso è rivolto a tutti gli istituti scolastici italiani di ogni ordine e grado per raccontare i valori della campagna e delle tradizioni rurali.

Una sfida che i giovani allievi del primo anno del corso di Operatore grafico della sede di Viadana di IAL Lombardia hanno raccolto con entusiasmo realizzando un cortometraggio che hanno intitolato “Un po’ di zucchero con la zucca”.


MA TU COME LO FAI IL BLISGÒN?

E’ un tuffo nel mondo agricolo della bassa pianura padana. Sulle sponde del grande fiume, la storia di Leonardo è il pretesto per riscoprire nel 2019 le tradizioni di un prodotto locale, quale la zucca, della sua filiera e della sua più tipica preparazione gastronomica, i blisgòn, ovvero i tortelli di zucca.

Tredici minuti in cui i passi e gli incontri di Leonardo consentono di toccare le tematiche ambientali e dare spazio e voce a chi coltiva la terra, a chi produce e trasforma la materia prima ma anche al consumatore che cerca prodotti buoni, sani e della tradizione.


UNA SCRITTURA CORALE

Il cortometraggio – spiega il docente del corso Stefano Priori - è frutto di una iniziale condivisione di racconti, di esperienze tra i nostri allievi, seguito da una vasta ricerca sul territorio. Solo poi, attraverso alcune ore di scrittura creativa, si è arrivati alla stesura del copione. Il cortometraggio è quasi interamente in bianco e nero, con alcuni momenti in colore a sottolineare nodi importanti del racconto e dare risalto ai colori della natura”.


IL PREMIO DELLA GIURIA E IL VOTO POPOLARE

“A scegliere il lavoro da premiare sarà ovviamente la giuria del festival – aggiunge Elisabetta Larini, direttore della sede di Viadana e di Cremona di IAL Lombardia – ma è previsto anche un premio popolare che sarà assegnato in base al gradimento espresso via web. Tutti i cortometraggi sono infatti caricati nel sito di Alveare Cinema e possono essere votati (clicca qui per aprire la pagina); invito tutti a guardare e votare il lavoro dei nostri ragazzi perché frutto di un’idea originale e di una realizzazione veramente cinematografica”.


Il cortometraggio è caricato anche nel Canale Youtube IAL Lombardia, mentre dalla gallery del sito è possibile scorrere numerosi fermo immagine tratti dal film.

nov 2019

20