fbpx

ATTUALITÀ

Contro la mafia e l’illegalità. Viadana e Cremona incontrano Giovanni Impastato

Lunedì 14 e martedì 15 febbraio due appuntamenti per raccontare chi ha scelto di stare dalla parte giusta

“Stai dalla parte giusta”. E’ il titolo di una iniziativa che lunedì 14 e martedì 15 febbraio, prima a Viadana (MN) e poi a Cremona, vede protagonisti Giovanni Impastato – fratello minore di Peppino, ucciso dalla mafia nel 1978 – e l’esperienza della Masseria di Cisliano, una tenuta confiscata alla mafia, raccontata da Elena Simetti e don Massimo Mappelli.

Ad ospitare l’incontro a Viadana è il Centro di formazione professionale di IAL Lombardia, mentre a Cremona l’appuntamento è nell’Istituto di Istruzione Superiore “Janello Torriani”; l’iniziativa è partecipata dalla Consulta provinciale studentesca di Cremona ed ha il sostegno del sindacato.

Giovanni Impastato ha fatto degli incontri con i giovani uno dei momenti più importanti del suo impegno di denuncia e di contrasto alle mafie, impegno concretizzato anche in alcuni libri, il più recente dei quali è “Mio fratello, tutta la vita con Peppino” in cui racconta la storia della sua famiglia e la necessità di tenere sempre viva la battaglia per la legalità e la verità.

Alla sua testimonianza farà eco l’esperienza della Masseria di Cisliano, ieri luogo di malaffare di una famiglia mafiosa ramificatasi nella periferia milanese, oggi trasformata, dopo la confisca, in bene comune per dare risposta ai molteplici bisogni della comunità.

Storie dalle quali i giovani possono trarre insegnamenti importanti, come suggerisce del resto il sottotitolo degli incontri: “Quando fai una scelta, cambi il futuro”.

Nella foto un particolare del volantino dell’iniziativa preparato dagli allievi del Corso di Grafica multimediale di IAL Viadana e IAL Cremona

Feb 2022

11