Trova il tuo corso ideale

1 / 5

corsi in partenza

corsi in programmazione

FORMAZIONE

20/10/2020

Mediatore immobiliare, punto di raccordo tra le parti

“Colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza”. Così il Codice Civile definisce la figura del “mediatore”, che nel campo della vendita o acquisto della casa è il “mediatore immobiliare”.Conoscenza approfondita delle norme e specifiche competenze relazionali sono le caratteristiche di un “mediatore immobiliare” in grado di essere davvero determinante per portare a termine una compravendita, tenendo in considerazioni gli interessi delle singole parti. Un lavoro che può essere svolto solo da professionisti iscritta al REA, il Repertorio Economico Amministrativo, iscrizione che avviene superando la prova d’esame indetta dalla Camera di commercio.Per formare e preparare quanti intendono intraprendere questa professione, IAL Lombardia e Confcommercio Uniascom Varese promuovono il “corso on line abilitante per mediatori immobiliari 2020”; due i requisiti basilari: aver compiuto 18 anni ed avere conseguito il diploma di maturità.Il percorso formativo (per un totale di 220 ore) avrà inizio il 16 novembre e terminerà ad aprile del prossimo anno. Le lezioni verteranno sulle nozioni fondamentali di Diritto privato, Diritto immobiliare, Diritto tributario e Diritto urbanistico; si affronterà la Disciplina professionale, le questioni del Finanziamento e credito, e l’Estimo.Costi e riferimenti per l’iscrizione nel file scaricabile in alto a destra.

FORMAZIONE

22/09/2020

Formazione continua, strumento per la ripartenza

Rispondere ai fabbisogni formativi delle imprese, in modo particolare nelle aree di intervento strategiche per un sistema produttivo moderno e competitivo. E’ l’obiettivo con il quale Regione Lombardia ha pubblicato il bando per la formazione continua con un ampio catalogo di corsi alimentato dagli enti formativi riconosciuti.IAL Lombardia è presente nel catalogo con un’offerta formativa articolata in 22 corsi, che ricomprende sia temi di specifici ambiti produttivi che più generali competenze trasversali.Aggiornare le competenze, ampliare le conoscenze“La formazione continua è una sfida straordinariamente rilevante in questa delicata fase per il sistema Paese – sottolinea Barbara Guardamagna, che ha coordinato il gruppo di lavoro per la messa a punto dell’offerta di IAL Lombardia - fase in cui lo sviluppo delle proprie capacità, l’ampliamento delle conoscenze, il riorientamento delle qualifiche specialistiche e professionali possono dare un contributo sostanziale alla ripartenza economica e produttive delle aziende”.Fino a 50mila euro a disposizione di ogni impresaOgni impresa ha a disposizione un importo massimo su base annua di 50mila euro erogati sotto forma di voucher formativi aziendali; alle attività formative possono prendere parte dipendenti, imprenditori e collaboratori“Un valore aggiunto della nostra offerta formativa – precisa ancora la coordinatrice progettuale di IAL Lombardia – è sicuramente la possibilità di realizzare ben 20 corsi sia in presenza che a distanza attraverso una piattaforma informatica dedicata; due i corsi progettati in presenza".Questo l’elenco completo dell'offerta IALSocial media marketingLa comunicazione come leva strategica aziendaleRicerca e selezione di risorse umane con disabilità*Il disegno tecnico con software dedicatoRendering e modellizzazione 3DSoftware per la progettazione architettonicaSmart sellingE-Commerce: come innovare le vendite on lineStrumenti innovativi per l'archiviazione e gestione dei documenti aziendaliTecniche di gestione della logistica informatizzataLettura del disegno tecnico -meccanico*Smart working for smart people*Conflict management: l'opportunità del conflitto*Work planinng: la squadra che vince*La didattica a distanza: approcci, metodologie, strumentiLa comunicazione con clienti e fornitori esteri*Elaborazione avanzata per l'analisi dei dati aziendali*La gestione efficace dei collaboratori*Ottimizzazione dei dati di progetto attraverso il calcolo strutturale FEMDal marketing tradizionale al marketing digitaleLa gestione digitalizzata delle rilevazioni contabili di magazzino**L'innovazione dei processi di vendita con software dedicati***corsi già presenti nel catalogo di Regione Lombardia; i restanti sono di prossimo inserimento**corsi esclusivamente in presenzainfo e contatti: barbara.guardamagna@ialombardia.it

FORMAZIONE

07/09/2020

IAL Lombardia riprende le attività formative in presenza

“Dal 14 settembre, ma per qualche classe prima già da mercoledì 9, riapriremo le nostre sedi alle attività formative in presenza per gli allievi dei corsi di qualifica dell’istruzione e formazione professionale. Ripartiamo contando su procedure di prevenzione e di sicurezza che abbiamo messo a punto con grande impegno. Affrontiamo questo nuovo anno formativo con la piena consapevolezza della rilevanza del nostro lavoro per garantire la piena fruizione del fondamentale diritto costituzionale alla formazione per tutti i giovani e, forse, di ancora maggiore importanza per i nostri allievi”.Lo scrive il presidente di IAL Lombardia, Matteo Berlanda, in una lettera che nei giorni scorsi ha condiviso con tutti coloro che danno operatività alle 14 sedi IAL presenti in regione trasmettendo a ciascuno il ringraziamento per lo straordinario impegno che ha caratterizzato l’anno scolastico da poco terminato e l’augurio di buon lavoro per quello che va ad incominciare. PRIORITÀ DA RIPENSAREI dati di contesto sono in continua evoluzione e gli stessi aspetti normativi e regolamentari non ancora del tutto definiti, ma questo non costituisce un freno alla ripartenza, anche in forza dell’azione messa in campo nei mesi scorsi a salvaguardia della continuità formativa nonostante il lockdown, i timori e le difficoltà della fase più acuta della pandemia.“Difficoltà ed incertezza - scrive ancora il presidente di IAL Lombardia - sono una condizione cui credo dovremo abituarci; i mesi che ci siamo lasciati alle spalle segnano un punto di svolta nella comprensione delle dinamiche di lungo periodo della vita delle comunità umane e delle stesse priorità strategiche delle organizzazioni sociali e dei soggetti istituzionali”.MISURARCI CON LA DISCONTINUITÀ“Credo sia ormai evidente per tutti e non solo agli specialisti o alla comunità scientifica - afferma Berlanda - che nei prossimi decenni l’ordinato procedere del nostro mondo subirà altre discontinuità (sperabilmente meno drammatiche!) a causa del cambiamento climatico, la vera emergenza epocale con la quale dovranno confrontarsi per primi i nostri figli. Sarà dunque indispensabile che i ragazzi che transitano per i nostri servizi formativi possano essere resi partecipi di questa consapevolezza e possano essere messi nelle condizioni di possedere gli strumenti concettuali indispensabili ad affrontare il mondo che verrà!”.FARE LA DIFFERENZA“Com’è sempre stato anche nei contesti educativi e formativi - conclude il presidente di IAL Lombardia - saranno le nostre scelte e i nostri comportamenti che potranno fare la differenza. Il nostro impegno non può che essere questo: accompagnare i nostri allievi non solo nel percorso di crescita professionale, ma anche in quello educativo”. 

FORMAZIONE

22/07/2020

Nave Italia ha ripreso il mare con IAL Lombardia

“Iniziamo la nostra campagna 2020 con il gruppo di IAL Lombardia. Il progetto è #inmaresenzacovid!”. E’ il tweet con cui questa mattina Fondazione Tender To Nave Italia Onlus ha annunciato ufficialmente il ritorno alla navigazione del brigantino che da diversi anni è strumento prezioso di esperienze educative destinate a gruppi di giovani impegnati in processi formativi, abilitativi, riabilitativi.Il veliero è salpato ieri pomeriggio da La Spezia con a bordo 7 giovani e 3 educatori delle sedi di Cremona e di Viadana di IAL Lombardia.Un viaggio anche per testate i protocolli anti-Covid“Quella a cui partecipiamo è la prima uscita in mare dopo il lockdown che ha portato alla cancellazione di tanti progetti che Nave Italia aveva in calendario – racconta Elisabetta Larini, direttore delle due sedi IAL coinvolte – e ben volentieri ci siamo resi disponibili a verificare, nello svolgimento del nostro specifico progetto educativo-formativo, la possibilità di vivere questa straordinaria esperienza rispettando tutte le norme di prevenzione e contenimento del Covid-19”.Più facile a dirsi che a farsi quando si è a bordo di un’imbarcazione che per quanto grande ha spazi funzionali contenuti e con una serie di attività ben precise da svolgere. “Sicuramente è un pochino più complicato del solito – aggiunge la dirigente di IAL Lombardia – ma non impossibile”.L'augurio di buon vento del Comandante del Comando Marittimo NordIeri, poco prima di levare gli ormeggi, giovani, educatori ed equipaggio hanno ricevuto la visita dell’Ammiraglio Giorgio Lazio che ha sottolineato quanto sia positiva e importante la “terapia dell’avventura” che la Marina Militare offre attraverso l’esperienza della navigazione, aiutando tanti giovani ad essere più consapevoli e convinti delle proprie capacità.Il programma messo a punto dagli educatori IAL insieme all’equipaggio di Nave Italia impegnerà il gruppo di giovani di Cremona e Viadana fino a sabato.