Trova il tuo corso ideale

1 / 5

corsi in partenza

corsi in programmazione

FORMAZIONE

07/09/2020

IAL Lombardia riprende le attività formative in presenza

“Dal 14 settembre, ma per qualche classe prima già da mercoledì 9, riapriremo le nostre sedi alle attività formative in presenza per gli allievi dei corsi di qualifica dell’istruzione e formazione professionale. Ripartiamo contando su procedure di prevenzione e di sicurezza che abbiamo messo a punto con grande impegno. Affrontiamo questo nuovo anno formativo con la piena consapevolezza della rilevanza del nostro lavoro per garantire la piena fruizione del fondamentale diritto costituzionale alla formazione per tutti i giovani e, forse, di ancora maggiore importanza per i nostri allievi”.Lo scrive il presidente di IAL Lombardia, Matteo Berlanda, in una lettera che nei giorni scorsi ha condiviso con tutti coloro che danno operatività alle 14 sedi IAL presenti in regione trasmettendo a ciascuno il ringraziamento per lo straordinario impegno che ha caratterizzato l’anno scolastico da poco terminato e l’augurio di buon lavoro per quello che va ad incominciare. PRIORITÀ DA RIPENSAREI dati di contesto sono in continua evoluzione e gli stessi aspetti normativi e regolamentari non ancora del tutto definiti, ma questo non costituisce un freno alla ripartenza, anche in forza dell’azione messa in campo nei mesi scorsi a salvaguardia della continuità formativa nonostante il lockdown, i timori e le difficoltà della fase più acuta della pandemia.“Difficoltà ed incertezza - scrive ancora il presidente di IAL Lombardia - sono una condizione cui credo dovremo abituarci; i mesi che ci siamo lasciati alle spalle segnano un punto di svolta nella comprensione delle dinamiche di lungo periodo della vita delle comunità umane e delle stesse priorità strategiche delle organizzazioni sociali e dei soggetti istituzionali”.MISURARCI CON LA DISCONTINUITÀ“Credo sia ormai evidente per tutti e non solo agli specialisti o alla comunità scientifica - afferma Berlanda - che nei prossimi decenni l’ordinato procedere del nostro mondo subirà altre discontinuità (sperabilmente meno drammatiche!) a causa del cambiamento climatico, la vera emergenza epocale con la quale dovranno confrontarsi per primi i nostri figli. Sarà dunque indispensabile che i ragazzi che transitano per i nostri servizi formativi possano essere resi partecipi di questa consapevolezza e possano essere messi nelle condizioni di possedere gli strumenti concettuali indispensabili ad affrontare il mondo che verrà!”.FARE LA DIFFERENZA“Com’è sempre stato anche nei contesti educativi e formativi - conclude il presidente di IAL Lombardia - saranno le nostre scelte e i nostri comportamenti che potranno fare la differenza. Il nostro impegno non può che essere questo: accompagnare i nostri allievi non solo nel percorso di crescita professionale, ma anche in quello educativo”. 

FORMAZIONE

22/07/2020

Nave Italia ha ripreso il mare con IAL Lombardia

“Iniziamo la nostra campagna 2020 con il gruppo di IAL Lombardia. Il progetto è #inmaresenzacovid!”. E’ il tweet con cui questa mattina Fondazione Tender To Nave Italia Onlus ha annunciato ufficialmente il ritorno alla navigazione del brigantino che da diversi anni è strumento prezioso di esperienze educative destinate a gruppi di giovani impegnati in processi formativi, abilitativi, riabilitativi.Il veliero è salpato ieri pomeriggio da La Spezia con a bordo 7 giovani e 3 educatori delle sedi di Cremona e di Viadana di IAL Lombardia.Un viaggio anche per testate i protocolli anti-Covid“Quella a cui partecipiamo è la prima uscita in mare dopo il lockdown che ha portato alla cancellazione di tanti progetti che Nave Italia aveva in calendario – racconta Elisabetta Larini, direttore delle due sedi IAL coinvolte – e ben volentieri ci siamo resi disponibili a verificare, nello svolgimento del nostro specifico progetto educativo-formativo, la possibilità di vivere questa straordinaria esperienza rispettando tutte le norme di prevenzione e contenimento del Covid-19”.Più facile a dirsi che a farsi quando si è a bordo di un’imbarcazione che per quanto grande ha spazi funzionali contenuti e con una serie di attività ben precise da svolgere. “Sicuramente è un pochino più complicato del solito – aggiunge la dirigente di IAL Lombardia – ma non impossibile”.L'augurio di buon vento del Comandante del Comando Marittimo NordIeri, poco prima di levare gli ormeggi, giovani, educatori ed equipaggio hanno ricevuto la visita dell’Ammiraglio Giorgio Lazio che ha sottolineato quanto sia positiva e importante la “terapia dell’avventura” che la Marina Militare offre attraverso l’esperienza della navigazione, aiutando tanti giovani ad essere più consapevoli e convinti delle proprie capacità.Il programma messo a punto dagli educatori IAL insieme all’equipaggio di Nave Italia impegnerà il gruppo di giovani di Cremona e Viadana fino a sabato.

ATTUALITÀ

17/07/2020

Post-Covid: la sfida del lavoro, il ruolo della formazione

"Futuro Prossimo” è il titolo di copertina dell'ultimo numero della rivista dello IAL Nazionale “Formazione Domani”. Analisi, riflessioni e proposte si misurano con la straordinarietà della pandemia da Covid-19 e con le sue gravissime ripercussioni, sociali ed economiche. “Siamo davanti ad un crinale della storia. - si legge nel sommario introduttivo - Accanto all’emergenza sanitaria, un’altra grande crisi ci attende: quella del lavoro”. Che fare?“La disoccupazione di lungo periodo - scrive uno dei contribuiti - sarà di difficile gestione. Naspi e reddito di cittadinanza potranno dare risposte efficaci solo se saranno combinati con politiche attive vere e ben strutturate”.Un ambito. quest’ultimo, in cui IAL è fortemente impegnato e sul quale, in virtù dell’esperienza, della conoscenza della realtà produttiva e del mercato del lavoro, può fare la differenza.In un’altra sezione della rivista i responsabili regionali - Matteo Berlanda per IAL Lombardia - danno conto di come si è reagito al lockdown strutturando in tempi rapidissimi un’efficace programmazione di didattica a distanza, ma anche vedendo i limiti e i rischi del digital divide, un nodo critico per tantissime famiglie italiane. Come immaginare il domani? Con quali parole scrivere il nostro futuro prossimo? Domande straordinariamente impegnative che nelle pagine della rivista IAL vedono abbozzare qualche prima risposta.

FORMAZIONE

15/07/2020

Servizi per il turismo: esami e attestati allo IAL Brescia

Sono 6 i giovani che nella sede di Brescia di IAL Lombardia hanno sostenuto e superato gli esami conclusivi del triennio formativo che li ha qualificati come Operatori dei servizi di programmazione e accoglienza per il turismo. Un traguardo importante, per loro – cinque ragazze e un ragazzo in età compresa tra i 17 e i 19 anni – e per IAL Brescia che ha realizzato il corso nell’ambito del progetto di Regione Lombardia contro la dispersione scolastica.Un iter formativo pensato per riavvicinare allo studio e all’impegno dei giovani che avevano alle spalle dei fallimenti scolastici, recuperando e sviluppando senso di responsabilità e autonomia personale.L’alternanza scuola lavoro – metà delle ore di formazione sono state dedicate ad un tirocinio curriculare presso strutture turistiche – è stata determinante per la riuscita del progetto, permettendo agli studenti, di poter esprimere e far emergere positivamente competenze e attitudini.Festeggiati e salutati i giovani del primo triennio, IAL Brescia ha avviato le iscrizioni per il nuovo Corso per Operatore turistico, qualifica triennale inserita nella Formazione Professionale per l'assolvimento dell'obbligo scolastico.E' gratuito grazie al cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo, del Ministero del Lavoro e di Regione Lombardia. Per informazioni e approfondimenti: 030 2893811Nella foto, le cinque ragazze che lo scoro hanno vissuto diverse giornate di tirocinio a “Seridò”, una grande manifestazione con stand, aree gioco, spazi creativi, spettacoli ed attrazioni per bambini e famiglie.