Trova il tuo corso ideale

corsi in arrivo

ATTUALITÀ

11/02/2019

77mila stage extra curricolari in Lombardia

Presentazione ufficiale oggi pomeriggio a Milano del progetto "Stageneration" che vede impegnate Repubblica degli Stagisti e IAL Lombardia per un rilancio di iniziativa sulla qualità degli stage extra curricolari; il progetto coinvolge anche Cisl Lombardia e Cisl Milano Metropoli.Per molti giovani, più che la porta d’accesso alla prima occupazione lo stage è un’esperienza da dimenticare, sottopagata e poco produttiva in termini di competenze acquisite.Gli ultimi dati disponibili - riferiti al 2017 - parlano di 370.000 stage extra curriculari attivati in Italia, 76.665  in Lombardia, in aumento del 16% rispetto all’anno precedente. Con il 20,8% sul totale nazionale, la Lombardia si conferma la regione con il maggior numero di tirocini extra curricolari attivati. Occorre però incentivare la premialità per le aziende virtuose con alti tassi di conversione da stage a contratto e un’offerta formativa mirata per gli stagisti. Ed è proprio a questo che mira la convenzione sottoscritta da Repubblica degli Stagisti e IAL Lombardia con uno specifico servizio strutturato da IAL per affiancare e accompagnare le aziende da un lato e gli stagisti dall'altro.Nel corso del convegno ci si è anche chiesti cosa migliorare in Lombardia sul tema stage. Si potrebbe cominciare dai compensi, equiparando l’indennità che gli stagisti ricevono facendo esperienza in un ente pubblico (300 euro) a quella delle aziende private (500 euro); e poi attivare una interlocuzione con l'ispettorato regionale per fare un piano comune di attività.Cristina Tajani (foto), assessore al Lavoro nella Giunta del Comune di Milano ha portato al convegno il saluto dell’amministrazione dell’area metropolitana, assicurando il proprio interesse ad una valorizzazione del dialogo tra istituzioni, sindacati e privati. L'iniziativa ha visto anche la partecipazione di Giovanni Bocchieri, Direttore generale Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione LombardiaIl progetto utilizza anche brevi video in cui si affrontano i diversi aspetti del mondo “stage”: dal diritto a ricevere un rimborso spese, alla differenza tra tirocini curricolari e tirocini extra curricolari, dalle modalità di attivazione di stage alle diverse organizzazioni che tutelano gli stagisti.

ATTUALITÀ

04/02/2019

Stage vantaggiosi per i giovani e per le aziende

“IAL Lombardia e Repubblica degli Stagisti collaborano per la promozione e l'attivazione di tirocini nel rispetto dei valori della Carta dei diritti dello Stagista stilata da RdS, ovvero utilizzando lo stage come momento di apprendimento e di effettiva crescita professionale del tirocinante in un contesto aziendale di trasparenza e responsabilità che favorisca e valorizzi l'apporto dello stagista anche tramite il riconoscimento di una congrua indennità”.Sta in queste righe la motivazione della partnership sottoscritta da IAL Lombardia e Repubblica degli Stagisti, una piattaforma valoriale basata su due principi fondamentali: l’importanza della qualità formativa dello stage e l’obiettivo di renderlo un momento win-win sia per il giovane sia per l’azienda.SERVIZI INNOVATIVIL'impresa sociale IAL Lombardia e la testata giornalistica online che dal 2009 accompagna i giovani italiani nella transizione dalla formazione al lavoro hanno messo a punto per le aziende la possibilità di attivare stage extracurricolari direttamente dal sito repubblicadeglistagisti.it, con un form on line che permette di caricare i documenti necessari per l’attivazione e l'elaborazione del progetto formativo.Se poi un'azienda non ha ancora trovato la persona giusta per la posizione di stage, IAL Lombardia può effettuare il lavoro di ricerca e selezione, anche questo attivabile via web."Per un'azienda – spiega Matteo Berlanda, amministratore delegato di IAL Lombardia – attivare uno stage attraverso la nostra partnership con Repubblica degli Stagisti è un modo per fare le cose per bene e assumersi pienamente il ruolo di soggetto ospitante responsabile".IL CONVEGNOLa convenzione verrà presentata nel corso del convegno "StaGenerando opportunità", in programma lunedì 11 febbraio, alle ore 16 , nell’Aula Magna dell’Area Lavoro del Comune Milano, in viale D’Annunzio 15.Nella prima parte del pomeriggio interverranno: Eros Lanzoni (Cisl Milano Metropoli), Marta Pepe (Mercato del lavoro Cisl Lombardia), Brando Benifei (europarlamentare) ed Elisa Siragusa, (deputato).Matteo Berlanda per IAL Lombardia ed Eleonora Voltolina per Repubblica degli Stagisti daranno poi conto dell’intesa raggiunta e presenteranno gli strumenti operativi disponibili per i giovani e le aziende interessate.Chiuderà il pomeriggio una tavola rotonda alla quale porteranno il loro contributo: Gianni Bocchieri, Direttore Centrale Istruzione Formazione Lavoro di Regione Lombardia; Cristina Tajani, Assessore al Lavoro del Comune di Milano; Mirko Dolzadelli, Segretario della Cisl Lombardia.Coordinerà i lavori Marco Lo Conte, giornalista de Il Sole 24 Ore.

ATTUALITÀ

30/01/2019

Ad Auschwitz e Birkenau, per non dimenticare

Sono 25 (14 da Cremona, in 11 da Viadana) i giovani di IAL Lombardia che si preparano al viaggio che dal 28 marzo al primo aprile li porterà a guardare da vicino le testimonianze delle tragiche pagine di storia scritte dal nazismo ad Auschwitz e Birkenau. Qui, tra il 1940 e il 1945, la perversa follia hitleriana portò alla morte 1milione e 100mila persone: il 90 per cento erano ebrei, 150mila polacchi, 23mila Rom e Sinti, 15mila prigionieri di guerra sovietici, 400mila Testimoni di Geova.“In treno per la memoria” è il titolo dell’iniziativa, promossa da Cgil Cisl Uil Lombardia, che giunge quest’anno alla decima edizione.I gruppo di Cremona e Viadana, accompagnato da 4 docenti dei due centri di formazione professionale, si unirà ai circa 700 partecipanti provenienti da ogni parte della nostra regione: per due-terzi studenti, il resto giovani lavoratori e pensionati.L’obiettivo è far crescere memoria vera intorno ad un tema che ha purtroppo ampie connessioni con la vita quotidiana attuale. C’è una lezione che va imparata e ci sono ricordi da temprare per consentire al genere umano di non cadere più nell’orrore che si è consumato nei campi di concentramento.Purtroppo è quanto mai attuale il rischio che l’indifferenza dia spazio a nuovi razzismi. Per questo è assolutamente importante investire sulla memoria, ricordando che l’Olocausto è stato possibile proprio per l’indifferenza delle persone. “Viviamo in una società liquida – ha affermato un ricercatore dell’Osservatorio Antisemitismo del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea incontrando a Milano un primo gruppo di studenti (domani l’incontro di presentazione di “In treno per la memoria"avrà luogo a Mantova) – le persone sono disorientate e purtroppo cercano sicurezze nei pregiudizi”. Nella foto di Emanule Colombo un momento del viaggio in una delle precedenti edizioni di "In treno per la memoria"

FORMAZIONE

15/01/2019

Garanzia Giovani, in Lombardia via alla seconda fase

Sarà attivata nelle prossime settimane in Lombardia la seconda fase di Garanzia Giovani. Obiettivo del programma è garantire che tutti i giovani tra i 16 e i 29 anni ricevano un’offerta qualitativamente valida di lavoro o tirocinio entro un periodo di quattro mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema d'istruzione formale.Garanzia Giovani è un intervento finanziato dall’Unione Europea, coordinato a livello nazionale dall’Anpal (Agenzia per le politiche attive del lavoro) e implementato da Regione Lombardia.Attraverso gli operatori accreditati – e IAL Lombardia è tra questi – i giovani possono contare su un percorso di accoglienza, di orientamento, di formazione per l’inserimento al lavoro, di accompagnamento.Due i passaggi preliminari per accedere al Programma Garanzia Giovani:registrarsi nel portale www.garanziagiovani.gov.itcompletare l’adesione entrando nella propria area personale del portale www.anpal.gov.it e scegliere la Regione dove preferisce usufruire del programma.Il giovane che seleziona la Lombardia riceve una comunicazione da parte del Sistema Informativo Unitario del Lavoro di Regione Lombardia contenente il link da cui scegliere e contattare (cosa che deve avvenire entro 60 giorni, pena l’esclusione) un operatore accreditato ai servizi al lavoro dove recarsi, a partire dal 22 gennaio 2019, per presentare la domanda di Dote.L’operatore concorderà quali servizi, tra le azioni previste dal bando Garanzia Giovani – Fase II, sono più adeguati all’obiettivo professionale e accompagnerà il giovane in un percorso di inserimento nel mondo del lavoro.La durata massima della Dote è di 6 mesi che può essere ampliata in caso di attivazione di un tirocinio extracurriculare.Tutte le sedi IAL in Lombardia sono a disposizione per fornire informazioni più dettagliate e attivare il programma.