LAVORO

Crisi aziendali, dalla formazione la spinta per svoltare

IAL Lombardia e Cisl regionale hanno preparato una guida per operatori e delegati sindacali

Le politiche attive per il lavoro sono strumenti indispensabili alla gestione delle crisi aziendali. Lo sanno bene i delegati sindacali, i primi ad attivarsi di fronte a situazioni produttive che rischiano di mettere in crisi l'occupazione. Ma è necessario conoscerli in maniera approfondita perché si diversificano a seconda delle necessità.

Un aiuto in questo senso è rappresentato dalla "Guida alla gestione delle crisi aziendali" redatta da IAL Lombardia e Cisl regionale: suddividendo le situazioni di crisi in sei grandi casistiche, la guida fornisce per ognuna specifici suggeritemi e azioni possibili.


OBBLIGHI E OPPORTUNITÀ

"Questo lavoro - spiega Fausto Tagliabue, direttore generale dei Servi al lavoro di IAL Lombardia - vuole essere uno strumento concreto e di semplice consultazione, per informare ed orientare rispetto agli obblighi ed alle opportunità di politiche attive del lavoro a fronte di situazioni di crisi aziendali che sfocino in utilizzo di ammortizzatori sociali come la cassa integrazione o i contratti in deroga, o in procedure di mobilità e Naspi. Un modo per rafforzare ulteriormente il ruolo della Cisl e dello IAL nella gestione delle situazioni di crisi aziendali".


Nel link in alto a destra, accanto al titolo, è possibile scaricare il pdf della pubblicazione.

nov 2019

07