FORMAZIONE

CREMONA - VIADANA

La scuola del mare conquista i giovani della grande pianura

Diciotto allievi di IAL Cremona e IAL Viadana per cinque giorni con Fondazione Nave Italia

Sono rientrati a Cremona e a Viadana i 18 giovani delle due sedi IAL Lombardia che la scorsa settimana hanno vissuto un’esperienza di condivisione e di formazione a bordo del brigantino della Fondazione Nave Italia. Cinque giorni di navigazione sotto la guida attenta dell’equipaggio della Marina Militare Italiana che ha proposto al gruppo, del quale facevano parte anche alcuni ragazzi che stanno recuperando lievi deficit cognitivi, un’avventura alla scoperta di una nuova coscienza di sé, sviluppando la consapevolezza che chiunque a bordo della nave, così come nella vita, ha la possibilità di esprimersi e confrontarsi, libero da ogni schema e pregiudizio.

Ad affiancare i giovani di IAL Cremona e IAL Viadana c’erano anche quattro educatori della cooperativa “Cosper– Servizi alla Persona” di Cremona che con IAL ha sviluppato un progetto intitolato: “Tra l'uguaglianza e l'equità c'è di mezzo il mare”.

Oltre alle manovre marinaresche principali – si legge nel resoconto della navigazione pubblicato nel sito della Marina Militare – ciò che ha maggiormente coinvolto i giovani in questa settimana di navigazione è stata l’attività della salita a riva” (l’arrampicata sulle ampie scale di corda che portano in testa all’albero del brigantino). Un’esperienza unica, di superamento e di conquista, per guardare le cose da prospettive nuove, anche questo un utile esercizio non solo quando si sta in barca ma anche nella quotidianità della scuola, delle relazioni e della progettazione per il futuro.



mag 2019

21