SCUOLA

BRESCIA

Teatro ed educazione professionale, binomio vincente

A Brescia un seminario sugli esiti del progetto "Oltre l'inverno"

Venerdì 15 giugno l’Auditorium San Barnaba di Brescia ospiterà un seminario di approfondimento sugli esiti del progetto educativo denominato “Oltre l’inverno”. Si tratta di un laboratorio espressivo condotto dagli attori del Teatro Telaio con gli utenti del Centro Diurno Disabili della Cooperativa Nikolajewka e la partecipazione degli allievi IAL Lombardia dei corsi di laurea per Educatore professionale. Lo spettacolo sarà il primo atto del seminario, seguito da una tavola rotonda di valutazione e di approfondimento del lavoro svolto dalle diverse figure professionali che hanno interagito con gli attori professionisti e gli utenti del Centro. Per IAL Lombardia si tratta di un’occasione importante per sottolineare la specificità e il ruolo dell’Educatore professionale. La storia della formazione degli Educatori professionali è infatti saldamente intrecciata a quella dello IAL, in specifico alla sede di Brescia. Fin dagli anni Ottanta, d’intesa con Regione Lombardia, IAL Brescia era una delle quattro scuole regionali che formava e portava al diploma queste particolari figure iscritte nella composita geografia delle professioni socio sanitarie. Dal 2000, al pari di assistenti sociali e infermieri, anche per l’esercizio della professione di Educatore professionale è richiesto il conseguimento del diploma universitario. A Brescia il corso, della durata triennale, è però rimasto in capo, per la gestione e la didattica, allo IAL, grazie ad una speciale convenzione che l’Università ha sottoscritto con IAL per non disperdere la rilevante esperienza accumulata negli anni. Il corso può accogliere fino a 40 studenti per ogni anno accademico; dal prossimo il potenziale formativo sarà portato a 50 posti.

giu 2018

14